FUTSAL BRINDISI – I biancoazzurri vincenti contro Palo del Colle

 

squadra contro dream team palo del colle

Ritorno al successo per i ragazzi brindisini, con una cinquina di Romano e ancora una volta con il brivido della rimonta.

Scesi sul rettangolo di gioco, convinti di dare una svolta a questo periodo poco fortunato, i ragazzi di mr Di Serio, hanno dovuto fare i conti ancora una volta con la sfortuna. Conte ha subito uno stiramento nella fase di riscaldamento e non è stato impiegato per tutto l’incontro. Dopo aver messo pressione alla difesa ospite, su un ribaltamento di fronte, i biancoazzurri hanno subito un doppio colpo da parte di un ispirato Depalma, che al quarto minuto e in appena trenta secondi, ha portato i suoi in vantaggio di due lunghezze. Duro colpo, ma la reazione non si fa attendere e due minuti più tardi, i padroni di casa danno inizio alla rimonta. Ci pensa un ispiratissimo Romano, prima accorcia al sesto con una fulminea conclusione dal limite e poi pareggia all’ottavo minuto, deviando in rete una palla tirata violentemente da Spagnolo verso la porta difesa da Amati.

 

Il Brindisi sembra aver intrapreso la strada giusta, il Palo accusa il colpo e un minuto più tardi, spinto dall’entusiasmo e dall’apporto dei suoi sostenitori, Cava in contropiede, serve un assist delizioso sotto porta a Micia, che chiude sul secondo palo e porta in vantaggio i padroni di casa. Il Palo non ci sta e al 10° pareggia con Carlucci. Ritmi alti e continui ribaltamenti di fronte tengono tutti con il fiato sospeso. Al 13° è ancora il Palo a mettere la testa avanti. Carlucci porta i suoi in vantaggio per 3 reti a 4, sfruttando un’incomprensione difensiva dei brindisini. La tensione sale, il Brindisi sembra soffrire nelle situazioni di vantaggio. Anche questo incontro sembra aver preso una brutta piega, con i padroni di casa che non riescono a imporre la propria supremazia, nonostante il buon livello tecnico espresso fino a questa parte di stagione. Al 14° e al 15°, Romano da fondo alle proprie risorse tecniche e nervose, prende per mano i suoi e firma una doppietta che riporta i padroni di casa, nuovamente in vantaggio. La prima frazione si conclude con i brindisini in vantaggio per 5 reti a 4, ma si ha l’impressione che bisogna soffrire e sudare più del dovuto, se si vuole portare a casa l’intera posta in palio.

Il secondo tempo si apre nel migliore dei modi, i brindisini sembrano aver preso in mano il pallino del gioco e Cava al 7° minuto porta a sei le marcature casalinghe. Continua la supremazia biancoazzurra, tanto che al 12°, per raggiungimento numero di falli, il Palo concede un tiro libero a Macaolo, il quale trasforma e porta a tre le reti di distacco. Margine più che ragionevole, da gestire, soprattutto alla luce della situazione falli, nettamente in vantaggio di colori biancoazzurri (2 a 6).
Come spesso accade in questo campionato, quando il Brindisi ha da gestire un cospicuo margine di vantaggio, o per questioni mentali o per sfortuna, non riesce ad affondare e chiudere definitivamente gli incontri, ma si complica la vita, facendo rientrare gli avversari che spesso si aggiudicano l’incontro sul foto-finish.

Romano-Francesco-pivot-2Mr Foggetti corre ai ripari, cambiando tattica e affidando le speranze di rimonta al gioco del portiere in movimento. La superiorità numerica non porta i frutti sperati, ma da una palla persa a centro campo dai brindisini, che nasce la reazione ospite. Al 15° Ignomiriello conclude a rete il contropiede iniziato da Carlucci. Qualche secondo più tardi è Depalma a siglare il terzo goal personale e portare i suoi a una sola distanza di lunghezza. La situazione falli, consente a Macaolo di tornare sul dischetto, ma questa volta è il palo a negargli la gioia del goal. Due minuti più tardi, al 17° Romano (foto a lato) sigla la sua cinquina personale e porta i suoi sull’8 a 6. Questa volta sembra essersi concretizzata la zampata vincente, ma così non è Succede di tutto, ribaltamenti di fronte con interventi al limite del regolamento, non sanzionati per svista o per accentuazione da parte dei giocatori in campo. L’esperto Carlucci accorcia e Ignomiriello pareggia, tutto nel giro di pochi secondi. Partita stregata per i colori biancoazzurri, pare che neanche questa volta sia quella giusta e la beffa sia dietro l’angolo. Tre minuti alla fine, che con il tempo effettivo, danno la possibilità di giocare per un tempo lunghissimo e consentire di vivere diverse emozioni sportive.
A un minuto dalla fine, Cava riporta in vantaggio i suoi, ma le emozioni non sono finite. Al 20° minuto Caselli su tiro libero raddoppia le distanze di vantaggio, mettendo al sicuro il risultato. A venti secondi dalla fine Depalma accorcia, siglando il quarto goal personale, ma la partita è saldamente nelle mani dei padroni di casa che gestiscono fino al fischio finale.
Il mal di vantaggio, manifestatosi in altre occasioni, questa volta non ha avuto il tempo di concretizzarsi. I biancoazzurri portano a casa una vittoria importante contro una squadra di pari classifica, che gli consente di smuovere la classifica e allontanarsi dalla zona rossa.
La prossima giornata vedrà i brindisini ospiti dei cugini dell’Atletico Azzurri Santa Rita, fermi ancora ai nastri di partenza, ma che nelle ultime giornate hanno perso per un solo goal di svantaggio. Non sarà una semplice passeggiata, ma bisogna dare continuità ai risultati e raggiungere quanto prima le posizioni di classifica che competono a un roster d’esperienza e dal tasso tecnico elevato, come quello brindisino.

Prossimo appuntamento casalingo, Sabato 8 Dicembre ore 16:00 Pala Da Vinci – 15^ giornata di andata di Campionato, contro l’Audace Monopoli.

Futsal Brindisi
1 Paradiso (p), 2 Spagnolo, 3 Micia, 4 Macaolo, 5 Conte, 7 Cava, 8 Caselli, 9 Taccone
10 Tomassini (cap), 11 Romano, 12 Perseo, 13 De Carlo (p). All. Di Serio. Dir. Maggiore.
Marcatori: Romano (5) 6°, 8°, 14° e 15° pt, 17° st;
Cava (2) 7° e 19° st;
Micia (1) 9° pt;
Macaolo (1) 12° st;
Caselli (1) 20° st;
Ammoniti: Spagnolo, Micia, Romano e Perseo.
Espulsi: /////.

Dream Team Paolo del Colle
1 Amati (p), 2 Ignomiriello, 3 Dioguardi, 4 Lamberti, 5 Palermo, 6 Carbonara, 7 Cassano,
8 Solimini, 9 Depalma, 10 Carlucci (cap), 11 Serafino, 16 Bosco (p). All. Foggetti.
Marcatori: Depalma (4) 2 marcature al 4° pt, 15° e 20° st;
Carlucci (3) 10° e 13° pt, 17° st;
Ignomiriello (2) 15° e 17° st.
Ammoniti: Palermo, Carbonara e Solimini.
Espulsi: /////.

13^ giornata Serie C1 – sabato 24
Azzurri Conversano – Futsal Andria 7 – 4
Eraclio Barletta – Atletico Azzurri S. Rita 5 – 4
FUTSAL BRINDISI – Dream Team Paolo del Colle 10 – 9
Futsal Monte Sant’Angelo – Futsal Barletta 9 – 4
Gioco Calcio tra Amici – Audace Monopoli 2 -5
Olympique Ostuni – Polisp. Five Bitonto 2 – 2
Real Castellaneta – San Ferdinando 5 – 3
Trulli e Grotte – Just Mola 2 – 5

Classifica
28 Eraclio Barletta;
27 Olympique Ostuni;
26 Futsal Barletta e Just Mola;
24 Futsal Monte Sant’Angelo;
23 Trulli e Grotte;
22 Polisp. Five Bitonto;
20 Futsal Andria e Audace Monopoli;
18 FUTSAL BRINDISI;
16 Azzurri Conversano;
13 Dream Team Palo del Colle, San Ferdinando e Real Castellaneta;
8 Gioco Calcio tra Amici;
0 Atletico Azzurri S. Rita.

14^ giornata Serie C1 – sabato 01 dicembre 18
Atletico Azzurri S. Rita – FUTSAL BRINDISI
Audace Monopoli – Eraclio Barletta
Dream Team Paolo del Colle – Trulli e Grotte
Futsal Andria – Olympique Ostuni
Futsal Barletta – Azzurri Conversano
Just Mola – Futsal Monte Sant’Angelo
Real Castellaneta – Polisp. Five Bitonto
San Ferdinando – Gioco Calcio tra Amici

logo futsal brindisi

Articolo, dati statistici e foto sono offerti dall’ASD FUTSAL BRINDISI (Ufficio Stampa). Il video servizio, realizzato da Giovanissimi Radio Tv, è tratto da You Tube.

Annunci

CORATO-BRINDISI 1-2 Le immagini ed il servizio video

Corato – Brindisi: 1-2

Corato: Leuci, Cannito  (Diagné dal 39’ st), Santoro, Cardinale, Monteduro, Colangione, Sisalli (Zinetti dal 17’ st), Lorusso (Lorusso dal 30’ st), Manzari (Sguera dal 30’ st), Loseto, Morra. A disp. D’Angelo, Diagne, De Santis, Bonabitacola, Asselti, Andriuli, Sguera. Zinetti, De Vivo. All. Castelletti

Brindisi Fc: Lacirignola, Boulam (Iaia dal 13’ st) , Merito, Ianniciello, Fruci, Marino, Giunta (Rubino dal 47′ st), Da Silva (Ruscigno Dl 1’ st), Pignataro, Girardi (Battista dal 30’ st), Antenucci (Cordisco dal 41′ st). A disp. Costantini, Romani, Ruscigno, Battista, Cordisco, Rubino, Iaia, Peinado, Santoro. All. Rufini

Arbitro: Iannella

Marcatori: Morra (Co) al 39’n pt; Fruci (Br) al 42’ pt; Pignataro (Br) al 22’ st

 

Risultati immagini per corato-brindisi 1-2

Risultati immagini per corato-brindisi 1-2

La morte dell’ostunese Nino Laveneziana, riflessioni a caldo

Laveneziana, Puce, Benarrivo/ Rocca, Serra, Ciraci/….

Si imparava a memoria. Ed ancora la ricordiamo.

Spiace tanto per la prematura morte di Laveneziana (per non dire di quella, molto più prematura, di Massimo Vitali e quella, recente, di Mister Ansaloni).

LAVENEZIANA VINCENZO

Vincenzo (Nino) Laveneziana, ostunese,  era nato il 17 Marzo del 1958 a Monopoli. Una carriera breve ma intensa e ricca di soddisfazioni: ha giocato in piazze importanti come Foggia, Barletta e Brindisi . E’ morto stamane, 2 Giugno 2018, nella sua Ostuni. 

 

 

Eh si, dopo quella della Serie B (il grande gruppo di calciatori che fece conoscer la nostra città a tutta l’Italia, come oggi avviene con la Pallacanestro Brindisi) la fortissima squadra dell’88-89 è quella che migliaia di concittadini hanno -abbiamo!- nel cuore.

Si, si sfiorò -ma davvero di un soffio- la Serie B. Ed era davvero una grande squadra.

BRINDISI 88-89

Peccato per come andarono poi le cose qualche mese dopo (non posso, però, non citare la “vile” fuga di Mister Di Somma -che pare ancora bazzichi per i campi ed addirittura ancora allena i giovani!- che diede il via a quella, conseguente e consequenziale, di tutta la Rosa, tranne il carovignese Marcello Prima) e relativo fallimento.
1920-1990: questa la vita della Brindisi Sport.
70 anni. La durata ragionevole della vita di un uomo.

E mi spiace dirlo ma con la Brindisi Sport, forse, morì il Brindisi.

Attenzione: non ho detto “il calcio brindisino” ma “il Brindisi”.

E non è il caso di citare il latitante Salucci (ma è in Cina, in Bulgaria o dove?) e i suoi compari politici -anche perché fra pochi giorni si vota- od altre gestioni che vengono, irragionevolmente, sopravvalutate e menzionate ciclicamente (“cu quiddi sini cà erumu sciutu in Serie A!”).

La Brindisi Sport 1920 fallì -morì- nel 90. A settantanni.
Punto.

E la Stagione 88-89 fu il canto del cigno.

Ai familiari di Nino Laveneziana il sincero cordoglio e personale vicinanza di preghiera.

cosimino de matteis

***

I funerali di Nino Laveneziana si svolgeranno domani, Domenica 3 Giugno, alle ore 16.30 presso la chiesa Santa Maria Madre della Chiesa, in Ostuni.

BRINDISI IN ECCELLENZA – La gioia del Presidente Onorario De Matteis

E’ un giorno particolare per Raffaele De Matteis, Presidente Onorario del Brindisi Fc (oltre che grande tifoso dei biancazzurri da sempre). Per alcune complicazioni di salute -a proposito: un grosso augurio di una prontissima ripresa!- non è stato oggi a Tricase ma ha sofferto a distanza.

PRESIDENTE DE MATTEIS

Subito dopo il triplice fischio che ha sancito la matematica promozione in Eccellenza (Domenica prossima sarà una gara valida solo per le statistiche e…..per i festeggiamenti con la città ed i tifosi) ha scritto un breve post sul suo profilo Facebook: “Tricase 0 Brindisi 3 È fatta siamo in eccellenza e questo è solo l’inizio”

tweet de matteis fb

Che dire? Grazie Presidente: è anche merito tuo. Fin da questa estate ci hai fermamente creduto e sei stato accanto alla squadra sempre. Forza Brindisi e….. ce n’est qu’un début!!!! 

Un giornalista brindisino “espulso” dal Bernabeu

Sia subito chiaro: qui non c’entra né la Juve né il Milan né la Roma o il Bari. Anche se a prenderlo di mira sono soprattutto i cosiddeetti “antijuventini” c’è un comportamento che è poco professionale e molto da “ultrà”.

Tutti noi italiani siam rimasti male per un rigore al 93°, chi al Bernabeu chi alla radio chi alla Tv, ovunque. Anche Buffon c’è rimasto male. Ma le reazioni spropositate non possono essere giustificate.

Parliamo di questo giornalista poiché è pugliese. E diciamo che non è prettamente un gesto bellissimo. Auguriamoci che prima o poi se ne renda conto per primo lui. Ed ammetta di aver esagerato.

Intanto i tweet sono centinaia anzi migliaia:

tweet taveri

IL BRINDISINO MARCO GIURI IN NAZIONALE

 

Non è una novità assoluta (ha già indossato la maglie della Nazionale Under 20 nel biennio 2007-2008) ma è certo una bella notizia la Convocazione in Nazionale di Marco Giuri, cestista brindisino. E questa volta si tratta della Nazionale maggiore guidata da Coach Romeo Sacchetti.

Le qualità dell’atleta Giuri non sono in discussione e, oltretutto, viene da un inizio di stagione notevole con la maglia della New Basket Brindisi nella massima serie. E’ quindi un giusto riconoscimento da parte del nuovo allenatore dell’Italia, Sacchetti appunto, che ha il compito di portare l’Italia ai Mondiali in programma nel 2019 in Cina (prime gare del Girone di Qualificazione: Italia-Romania e Croazia-Italia).

Quello di Giuri rappresenterebbe il ritorno di un brindisino: fu Roberto Cordella il primo a vestire la maglia azzurra (ultima presenza nel 1993 come ha opportunamente ricordato Pompeo Barbiero sul suo Sito “Palla a spicchi”)

GIURI

GRINTA E TECNICA – Una bella immagine di Marco Giuri con la maglia della New Basket Brindisi

Giuri dovrà vincere la “concorrenza” dei pari ruolo Filloy, De Nicolao, Della Valle e Vitali. Fra i Convocati anche Andrea Zerini, già Capitano del Brindisi, Gigi Datome, che rifiuta clamorosamente la maglia azzurra con una decisione molto discutibile ed il giovanissimo – classe 98-  David Albright Okeke, ala in forza alla Fiat Torino. E proprio nel Capoluogo piemontese si disputerà Italia-Romania, esordio azzurro per Sacchetti (anche lui un ex Brindisi) il prossimo 24 Novembre.