ELEZIONI EUROPEE 2019 – Elenco candidati eletti

Elezioni: il nome di Giorgia Meloni nel simbolo di Fdi

Ecco chi sono gli eletti nella Circoscrizione Sud. Il Movimento Cinque Stelle (6) ha eletto Chiara Maria Gemma, Laura Ferrara, Piernicola Pedicini, Rosa D’Amato, Isabella Adinolfi, Mario Furore (Primo non eletto Gianluca Ranieri).

Per la Lega (5) c’è Salvini, Massimo Casanova, Andrea Caroppo, Lucia Vuolo, Valentino Grant (Vincenzo Sofo dovrebbe subentrare a Salvini).

Il Partito Democratico (4) schiera in Europa Franco Roberti, Giuseppe Ferrandino, Andrea Cozzolino, Giuseppina “Pina” Picierno (Elena Gentile è pronta a subentrare).

Forza Italia (2) ha eletto Berlusconi, Aldo Patriciello (Fulvio Martusciello potrebbe subentrare al posto di Berlsuconi). Fratelli d’Italia (1) guadagna il seggio con Giorgia Meloni, che cederà il posto a Raffaele Fitto.

 

Affidare sé stessi e il proprio Paese al Cuore Immacolato di Maria

Su queste pagine – e non solo qui- abbiamo spesso parlato della necessità di affidarsi totalmente alla Madonna, della bellezza e del valore della Consacrazione di sé stessi e/o della propria famiglia al Cuore Immacolato di Maria. Ed oggi, a Milano….
TOTA-PULCRA-3

La Senatrice pugliese L’Abbate difende la manovra del Governo Conte

 

patty l'abbate

M5S, Senatrice L’Abbate su manovra: “Sarà una svolta per il nostro Paese”

“Sono soddisfatta per il risultato raggiunto, la manovra sarà una svolta per il nostro Paese”. Questo il commento della Senatrice di Castellana Grotte Patty L’Abbate alle norme contenute nel maxiemendamento.
“In materia ambientale il Governo ha lavorato in maniera egregia – afferma la Senatrice – introducendo un numero sostanziale di norme che puntano a tutelare la nostra amata Terra”.

 

“Ho fortemente sostenuto con emendamento a mia prima firma – continua la Senatrice del Movimento Cinque Stelle – una importantissima misura per la strategia Rifiuti zero. Il provvedimento, riconosce un credito d’imposta del 36%, nel biennio 2019-20, per le imprese che acquistano imballi biodegradabili e compostabili, provenienti dalla raccolta differenziata anche di carta e alluminio”.
Saranno indetti concorsi per l’assunzione di 450 persone al Ministero dell’Ambiente (cosa che non accadeva dal 1986); primo stanziamento di 20 milioni per i cosiddetti “siti orfani”, ossia quelli che non hanno responsabili o per i quali non è possibile risalire a una responsabilità chiara per pretenderne le bonifiche; finanziamento degli interventi per Terra dei fuochi; il credito di imposta del 65% a favore di persone fisiche, enti non commerciali e soggetti titolari di reddito di impresa, per erogazioni liberali per finalità ambientali, quali interventi su edifici e terreni pubblici ai fini della bonifica ambientale, di contrasto al dissesto idrogeologico, realizzazione aree verdi, recupero aree dismesse di proprietà pubblica.
“Sono molto felice per la nostra Puglia, protagonista di provvedimenti di particolare interesse: la stabilizzazione del personale enti parco Alta Murgia, Appennino Lucano e Gargano, e la revisione delle concessioni demaniali marittime, l’istituzione di ricerche tecno polo Mediterraneo per lo sviluppo sostenibile presso Taranto, per studi su tecnologie pulite, fonti energetiche rinnovabili, nuovi materiali, economia circolare”.

“Continuiamo a lavorare per il futuro di questo Paese – conclude la Senatrice – il Governo del Cambiamento è pronto a continuare in questa direzione e già dalla prossima settimana inizieremo a lavorare sul provvedimento ‘End of waste'”.

Lega, ecco i nomi dei nuovi Segretari dei comuni in Provincia di Brindisi

Abbiamo spesso ospitato i Comunicati della Lega anche in altri tempi e con altri Dirigenti ed oggi pubblichiamo questa nota giuntaci. In essa la Deputata Anna Rita Tateo, Commissario provinciale di Brindisi per la Lega, delinea il quadro organizzativo e le cariche del partito in Provincia di Brindisi:

cartinadella provincia di brindisi

“L’organizzazione della Lega sul territorio della Provincia di Brindisi prosegue a gonfie vele. Un percorso che abbiamo iniziato mesi fa e che portiamo avanti con passione, uniti nell’intento di valorizzare il nostro territorio e partecipare alla rivoluzione del buonsenso che fa parte del progetto politico di Matteo Salvini. Per questo auguro buon lavoro a Lelio Lolli, Responsabile provinciale dell’organizzazione; Luca Romano, Responsabile provinciale enti locali; Noemi Chianura, responsabile provinciale del tesseramento e Simone Pellecchia, Responsabile provinciale dei social Network.

Inoltre confermo Gianni Signore come Segretario cittadino di Brindisi e do il mio in bocca al lupo ad Antonio Parente, segretario cittadino di San Pancrazio Salentino; al segretario cittadino Ruggero Polito per San Pietro Vernotico; ad Adolfo Sartorio come segretario cittadino di Oria; a Piccigallo Angelo Raffaele come segretario cittadino di San Vito dei Normanni; al segretario cittadino di Ceglie Messapica, Locorotondo Francesco; al segretario  cittadino di Ostuni, Donato Marangi; Cellino San Marco come segretario cittadino Cristian Vincenti, Carmine Calò il Segretario  Cittadino di Francavilla Fontana; al segretario cittadino di Torchiarolo, Antonio Caretto; a Piergiuseppe Mola come responsabile del tesseramento e portavoce a Cisternino

image2

Matteo Salvini e l’Onorevole Anna Rita Tateo

Lo comunica in una nota Anna Rita Tateo, deputata della Lega e Commissario provinciale di Brindisi per il suo partito.

BRINDISI PROGRAMMA IL SUO FUTURO: PUG 2020 – 2050

pug primo incontro

A Palazzo Guerrieri inizia oggi, lunedì 12 Novembre, un ciclo di 8 incontri da novembre a gennaio, con cadenza settimanale, aperti alla comunità tutta. (foto di Silvana Maria De Matteis)

PUG BR 2020

Inserisci una didascalia

Verso il Piano Urbanistico Generale di Brindisi, 8 incontri aperti alla comunità tutta, con cadenza settimanale da novembre a gennaio.

 

Brindisi 2020/2050
Spazi e strategie dal passato al futuro
verso il Piano Urbanistico Generale

pug primo incontro foto

Il Sindaco Rossi presenzia agli incontri pubblici sul Pug a Palazzo Guerrieri (foto di Silvana Maria De Matteis)

 

░ 8 incontri aperti
Palazzo Guerrieri
via Congregazione – Brindisi

 

L’assessorato all’Urbanistica e Assetto del territorio del Comune di Brindisi organizza un ciclo di 8 incontri da novembre a gennaio, con cadenza settimanale, aperti alla comunità tutta.
In ogni appuntamento si affronterà un tema specifico attraverso dibattiti e tavoli di discussione. I risultati emersi confluiranno nel PUG (Piano Urbanistico Generale) di Brindisi, lo strumento di governo dell’uso e delle trasformazioni del territorio da parte dell’amministrazione comunale. Il disegno della città del presente e del futuro per i prossimi 30 anni.

CALENDARIO
▶ Novembre 2018
INCONTRO #1
Lunedì 12/11 ore 16.00 – 19.00
● Territorio e città: storia e sviluppi futuri

INCONTRO #2
Lunedì 19/11 ore 16.00 – 19.00
● Ambiente, ecologia e sviluppo sostenibile del territorio

INCONTRO #3
Lunedì 26/11 ore 16.00 – 19.00
● Infrastrutture sostenibili del territorio

▶ Dicembre 2018
INCONTRO #4
Lunedì 03/12/2018 ore 16.00 – 19.00
● Agricoltura e città

INCONTRO #5
Lunedì 10/12 ore 16.00 – 19.00
● Città, mare e porto

INCONTRO #6
Lunedì 17/12 ore 16.00 – 19.00
● Territorio, qualità della vita e salute

INCONTRO #7
Venerdì 21/12 ore 16.00 – 19.00
● Rigenerazione urbana e nuove qualità

▶ Gennaio 2019
INCONTRO #8
Lunedì 14/01 ore 16.00 – 19.00
● Verso la smart city: società della conoscenza e sviluppo
LOCANDINA_PUG_01

Contribuisci anche tu allo sviluppo del Piano partecipando ai questionari on-line:

Questionario 1 Territorio e città: storia e sviluppi futuri

Un attacco alla libertà d’espressione nella Regione Puglia

Un attacco alla libertà di espressione. In nome, manco a dirlo, della ideologia gender. Il Disegno di Legge che la Regione Puglia sta per approvare ricorda terribilmente quel “decreto Scalfarotto” che intendeva mettere il bavaglio. Non è cosa da poco, anzi. Meno male che il rischio non è passato sotto silenzio: riportiamo integralmente il Comunicato che il Comitato “Difendiamo i nostri figli” ha diramato.

puglia-598x400

 

Cari amici pugliesi, il consiglio è di leggerlo con vivo interesse. Se si pensava che certe politiche “gay-friendly” appartenevano al recente passato -ossia agli anni in cui Nichi Vendola era al timone della Regione-  occorre rivedere le valutazioni: anche Michele Emiliano -attuale Governatore- e la sua Giunta- sta lavorando in quella direzione.

Ecco quanto ha riferito Massimo Gandolfini. Leggere con attenzione: ne va della nostra libertà!

GANDOLFINI APPELLO

“Apprendiamo con grande preoccupazione che nei giorni scorsi il Consiglio regionale della Puglia ha espresso il parere finanziario positivo al disegno di legge sulle norme contro le discriminazioni e le violenze determinate dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere, afferma il leader del Family Day Massimo Gandolfini.

“Questo provvedimento crea un nuovo super cittadino detentore di diritti senza eguali, con tanto di percorsi dedicati all’inserimento lavorativo, ma soprattutto porta una carica liberticida che colpirà il primato educativo dei genitori e la libertà di stampa. Sono infatti previsti appositi corsi di formazione per insegnati, mamme e papà in materia di un non meglio specificato contrasto agli stereotipi di genere.

Per quanto riguarda invece i media sarà il Corecom a garantire il controllo dei messaggi e adeguati spazi di informazione per le tematiche lgbt. Ci chiediamo quindi se in Puglia sarà ancora possibile argomentare che un bambino ha diritto ad un padre e una madre e che la pratica dell’utero in affitto è una barbarie da perseguire legalmente” continua Gandolfini.

“I dati dell’Oscad dimostrano che le discriminazioni per motivi religiosi e di razza sono molto più diffuse, per non parlare degli atti di bullismo contro i disabili. Ridurre quindi la lotta alle discriminazioni solo all’ambito dell’orientamento sessuale è una scelta ideologica, che cela la volontà di imporre nuovi modelli nelle scuole e nei media. Ribadiamo che per educare al rispetto delle diversità le pubbliche amministrazioni devono semplicemente attenersi all’articolo 3 della Costituzione, che sancisce la pari dignità sociale di ogni cittadino a prescindere dall’etnia, dal sesso e dal credo religioso.

Chiediamo pertanto che venga immediatamente bloccato l’iter legislativo che porterà all’approvazione del ddl, seguendo l’esempio del dibattito che in Parlamento ha portato su un binario morto il liberticida ddl Scalfarotto, conclude il leader del Family Day.

Roma, 22 ottobre 2018

Comitato Difendiamo i Nostri Figli

Dopo tre mesi è già al capolinea il Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi?

Pare davvero segnata la sorte della Amministrazione Comunale di Brindisi: un Sindaco -Riccardo Rossi- ed una Giunta messa su frettolosamente col manuale Bignami e con uno strapotere del Pd.

giunta Rossi

E bisogna riconoscere che fin dalla campagna elettorale era stato paventato questo rischio: lo stesso candidato sindaco Roberto Cavalera, vincitore al primo turno, aveva più volte detto che nel caso avesse vinto Rossi sarebbe stato ostaggio del Pd. Tre mesi dopo occorre riconoscere che aveva ragione. Le dichiarazioni odierne del Vice Sindaco dimissionario Rita De Vito (foto in basso) lo hanno confermato.

Risultati immagini per assessore rita de vito

E non sono tardate le prese di posizione: sia Lega e Fratelli D’Italia (congiuntamente) che il M5S hanno denunciato tale stato delle cose: le dinamiche narrate dalla De Vito dicono di un PD non solo egemone ma anche arrogante.

Era stata atipica, nel contesto nazionale, la affermazione a Brindisi del Pd nelle Amministrative di Giugno. Il partito di Renzi lo usava nelle dichiarazioni a livello nazionale come esempio di uno stato di salute buono. In realtà nessuno meglio del Pd – e del Pd brindisino soprattutto- sapeva la reale genesi di questo successo elettorale.

I nodi, comunque sia, vengono sempre al pettine: potrà tirare a campare la Giunta di Rossi ma il vento è profondamente cambiato. Gli italiani hanno voltato pagina, vogliono voltare pagine. Ed i brindisini non hanno potuto farlo per le ragioni che ben conosciamo. E’ noto come l’attaccamento al potere genera strategie di “sopravvivenza” ma fino a che punto potrà essere tollerata una Giunta che, di fatto, non ha la fiducia degli elettori di Brindisi?

Risultati immagini per assessore de vito e rossi