E lo Steward urlò “magnatv o cazz!” – LA BARI PERDE CON LA TURRIS (video virale)

 

TURRIS - BARI 1-0 STEWARD

Se siete interessati a tutto il servizio basta cliccare e godersi gli highlights della partita, se invece siete qui solo per vedere -e sentire- lo steward dello stadio “Liguori” di Torre del Greco che “festeggia” in modo un po’ colorito la vittoria della Turris sul Bari capolista allora andate al MINUTO 4.44 W lo sport, w il calcio e vinca il migliore!

VIDEO BREVE (SOLO LO STEWARD CHE “FESTEGGIA”):

Annunci

IL BRINDISINO CHIRICO CONQUISTA MONZA (alla corte di Galliani e Berlusconi)

Con reti di Cosimo (Mino)  Chiricò, nel primo tempo, e di Andrea D’Errico, all’83’ del secondo tempo su rigore, il Monza ha superato al Brianteo, davanti a circa 1.900 spettatori, il Ravenna

cosimo chirico maglia foggia

Ma, spettacolo nello spettacolo al Brianteo, è stata la prestazione dell’attaccante brindisino doc Mino Chiricò da poco giunto in Brianza.

La gara, valida per la quarta giornata di ritorno del girone B di serie C, ha visto la prima rete in biancorosso proprio dell’ex Foggia Chiricò che al 17° con due finte si è liberato di due marcatori, si è accentrato e ha battuto il portiere ospite. Nel video seguente il gol capolavoro:

Un successo che ha permesso ai brianzoli di sorpassare il Ravenna in classifica portandosi a 33 punti, settimo risultato utile consecutivo, con quattro vittorie e tre pareggi.

GELO E NEVE IN PUGLIA

La Prefettura di Brindisi ha diramato il seguente comunicato in relazione all’allerta meteo del 3 gennaio:

puglia gelo

In relazione alle previsioni di condizioni meteorologiche avverse che nelle giornate del 3 e del 4 gennaio potranno interessare con precipitazioni anche a carattere nevoso la Puglia centro-settentrionale, si è riunito in Prefettura il COV (Comitato Operativo Viabilità) per l’esame della situazione nella provincia e le conseguenti valutazioni, anche in considerazione del provvedimento in data odierna, con il quale il Prefetto di Bari ha disposto il divieto di circolazione dei veicoli commerciali a pieno carico di massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate sull’intero sistema viario di quella provincia, a decorrere dalle ore 00,00 del 03 gennaio 2018 e fino a cessate esigenze.

Il COV ha ritenuto che, al momento, nella provincia di Brindisi non vi siano le condizioni per l’introduzione di limitazioni alla circolazione, riservandosi di rivalutare la situazione nella prima mattinata di domani, 3 gennaio.
Tuttavia i conducenti dei mezzi pesanti che intendano mettersi in viaggio nella prossime ore, sono invitati a tenere conto del suddetto divieto di circolazione nella provincia di Bari, nonché a tenersi costantemente aggiornati sull’evolversi delle condizioni meteorologiche.
Sono inoltre invitati ad osservare tutte le norme di sicurezza atte ad evitare situazioni di pericolo per la circolazione, mettendosi in viaggio con catene a bordo, anche sulle strade non interessate al momento dal relativo obbligo.

La Senatrice pugliese L’Abbate difende la manovra del Governo Conte

 

patty l'abbate

M5S, Senatrice L’Abbate su manovra: “Sarà una svolta per il nostro Paese”

“Sono soddisfatta per il risultato raggiunto, la manovra sarà una svolta per il nostro Paese”. Questo il commento della Senatrice di Castellana Grotte Patty L’Abbate alle norme contenute nel maxiemendamento.
“In materia ambientale il Governo ha lavorato in maniera egregia – afferma la Senatrice – introducendo un numero sostanziale di norme che puntano a tutelare la nostra amata Terra”.

 

“Ho fortemente sostenuto con emendamento a mia prima firma – continua la Senatrice del Movimento Cinque Stelle – una importantissima misura per la strategia Rifiuti zero. Il provvedimento, riconosce un credito d’imposta del 36%, nel biennio 2019-20, per le imprese che acquistano imballi biodegradabili e compostabili, provenienti dalla raccolta differenziata anche di carta e alluminio”.
Saranno indetti concorsi per l’assunzione di 450 persone al Ministero dell’Ambiente (cosa che non accadeva dal 1986); primo stanziamento di 20 milioni per i cosiddetti “siti orfani”, ossia quelli che non hanno responsabili o per i quali non è possibile risalire a una responsabilità chiara per pretenderne le bonifiche; finanziamento degli interventi per Terra dei fuochi; il credito di imposta del 65% a favore di persone fisiche, enti non commerciali e soggetti titolari di reddito di impresa, per erogazioni liberali per finalità ambientali, quali interventi su edifici e terreni pubblici ai fini della bonifica ambientale, di contrasto al dissesto idrogeologico, realizzazione aree verdi, recupero aree dismesse di proprietà pubblica.
“Sono molto felice per la nostra Puglia, protagonista di provvedimenti di particolare interesse: la stabilizzazione del personale enti parco Alta Murgia, Appennino Lucano e Gargano, e la revisione delle concessioni demaniali marittime, l’istituzione di ricerche tecno polo Mediterraneo per lo sviluppo sostenibile presso Taranto, per studi su tecnologie pulite, fonti energetiche rinnovabili, nuovi materiali, economia circolare”.

“Continuiamo a lavorare per il futuro di questo Paese – conclude la Senatrice – il Governo del Cambiamento è pronto a continuare in questa direzione e già dalla prossima settimana inizieremo a lavorare sul provvedimento ‘End of waste'”.

Let’s go guides cerca guide turistiche nelle province di Brindisi, Lecce, Taranto, Bari, Bat e Foggia

let's goSei una guida turistica riconosciuta dalla Regione Puglia e hai da proporre tour e visite guidate, classiche o alternative? Oppure sei un esperto del territorio, hai una associazione che opera nell’ambito del turismo, sei un produttore locale che apre le sue porte a curiosi e turisti?
Per questo è nato il progetto Let’s go guides, vincitore del bando Pin 2018.
E ora sta cercando professionisti in tutte e 5 le province pugliesi: Brindisi, Lecce, Taranto, Bari, Bat e Foggia.

Si tratta di un portale in cui si incontrano visitatori con i ciceroni e gli esperti di Puglia, i quali possono raccontarsi e raccontare loro i propri itinerari.
Aderire a Let’s go guides è facilissimo ed è gratuito, ecco perché è un trampolino di lancio per guide neo riconosciute ed è una occasione in più per veterani che vogliano ampliare la propria cerchia di interesse senza intaccare i loro già consolidati canali di promozione.
Il turista diretto in Puglia, potrà scegliere direttamente il Cicerone più adatto ad accompagnarlo nel suo viaggio o potrà prenotare la migliore esperienza assistito da esperti, preparandosi così a vivere la sua visita in Puglia, accompagnato da professionisti appassionati del proprio mestiere e della propria terra.

Contattando direttamente la guida che propone l’itinerario preferito o scegliendo l’attività più interessante per i suoi gusti, finalmente, il turista non sarà costretto a subire una visita guidata, ma potrà sceglierla e viverla assieme al suo Cicerone o esperto del territorio, che gli racconterà una delle terre più belle del mondo: la Puglia.

foto let's go guides (1)

Lo staff di Let’s go guides è a tua disposizione per assisterti in ogni passaggio dell’iscrizione ma anche successivamente. Sul sito www.letsgoguides.com c’è anche un numero diretto di cellulare al quale rivolgersi per ogni domanda.

home vieni a viaggiare in puglia

Let’s go guides è partner di Vieni a viaggiare in Puglia, il blog di promozione turisticaa della nostra regione che sceglierà gli itinerari più scelti e più fotografati da raccontare e divulgare.

Per Natale regalati un’opportunità, regalati Let’s go guides e inizia l’anno nuovo con l’itinerario giusto.

Ecco il nuovo Altare della chiesa “San Nicola” al quartiere Paradiso (LE FOTO)

altare san Nicola

Il nuovo Altare della Chiesa parrocchiale “San Nicola” , quartiere Paradiso – Brindisi

Nella giornata odierna, Mercoledì 12 Dicembre 2018, Sua Eccellenza Monsignor Domenico Caliandro, Arcivescovo della Diocesi di Brindisi – Ostuni ha consacrato l’Altare e la chiesa parrocchiale del rione Paradiso di Brindisi. La chiesa è dedicata a San Nicola.

consacrazione - 12 dic 18

 

L'immagine può contenere: spazio al chiuso

L'immagine può contenere: una o più persone e bimbo

L'immagine può contenere: 3 persone, persone in piedi

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio al chiuso

 

 

L'immagine può contenere: 3 persone

SI ACCENDONO «LE LUCI DI BRINDISI»: DAL WALKSCAPE ALL’INSTALLAZIONE LUMINOSA

«Le Luci di Brindisi» si accendono e il Natale regala subito la sua inconfondibile atmosfera. Alle luci della festa, che vestono la città di colori nuovi e di magia, si ispira il titolo della rassegna organizzata dal Comune di Brindisi e dalla Fondazione Nuovo Teatro Verdi, oltre un mese di iniziative tra le festività natalizie e l’inizio del nuovo anno, dedicato alle tradizioni e alla riscoperta dei luoghi più familiari.

BRINDISI - VEDUTA AEREA PORTO

Così, nella mattinata di sabato 8 dicembre si entra nel vivo con l’esperienza del walkscape, il “paesaggio camminato” per conoscere la città “dal basso”, un modo per scoprire la storia, l’arte e la bellezza del territorio in modo attivo e partecipato. Il walkscape è una camminata che propone una rilettura del paesaggio, un invito ad osservare, ascoltare, disegnare, scrivere, fotografare, raccogliere, per ricostruire storia e identità del luogo attraverso tracce nascoste, dettagli apparentemente insignificanti.

Titolo del walkscape «Brindisi Porto di Pace»: al centro la storia dell’accoglienza e solidarietà nel porto di Brindisi dal mondo antico ai nostri giorni. Si parte alle ore 10,30 da piazza Santa Teresa con tappe in via Pasquale Camassa, Palazzina del Belvedere e piazzetta Colonne, lungomare Regina Margherita (Dogana) e piazza Vittorio Emanuele (giardinetti del porto). La passeggiata dura circa due ore. Info 348 7288029.

Brindisi ha disegnato la sua storia intorno al suo caratteristico porto naturale, dalla forma a testa di cervo, da cui deriva il nome stesso della città: un vero e proprio porto di pace per chi fuggiva dalle persecuzioni, dalla fame e dalla guerra. Il walkscape non poteva che partire da lì, dal porto e dal suo lungomare: «Brindisi Porto di Pace» ripercorre in cinque tappe un aspetto inedito e da molti ignorato della storia di Brindisi, un lungo filo rosso che segna il percorso della città dall’antichità fino ai nostri giorni e che il turista o il cittadino distratto troppo preso dalla contemplazione del bellissimo panorama a volte non riesce a cogliere. L’itinerario è stato ideato da Giovanna Bozzi, segretaria nazionale dell’ANISA in collaborazione con l’associazione ETRA.

Sempre sabato, alle ore 19, la scena si sposta sul terrapieno antistante il Nuovo Teatro Verdi per l’inaugurazione e l’accensione di un’opera d’arte luminosa e interattiva, #BrentionTherapy, ispirata a uno dei simboli identitari della città, progettata e realizzata “site specific” dall’artista David Cesaria per «BrindisiLightArt», a cura di Ilaria Caravaglio. L’opera unisce il design degli origami alla tecnica delle tradizionali luminarie del nostro territorio ed è pensata per diventare uno strumento di promozione del territorio, in particolare con l’ausilio dei social: cittadini e turisti saranno invitati infatti a scattare un selfie con l’originale luminaria e condividerle su Facebook ed Instagram utilizzando l’hashtag #BrentionTherapy.

Molti studiosi ritengono che il nome della città di Brindisi, «Brention» in lingua messapica, derivi dalla conformazione ramificata del suo porto, a “testa di cervo”, eletta a simbolo della città assieme alle due colonne romane: alla bellezza della scultura e della luce si aggiunge la magia del colore, con i suoi effetti terapeutici per chi osserva. Così prende vita #BrentionTherapy, destinato a svettare accanto all’arco ad ogiva fino al 6 gennaio. Brindisi è pronta ad accogliere e “viralizzare” una “epidemia di luce e colore” e, attraverso le fotografie e la condivisione social, lasciarsi contagiare dalla bellezza dell’arte e dall’ironia dell’artista.

David Cesaria, definito dalla critica «un apolide moderno studioso della trasformazione del nulla in contenuto», aprirà le porte della sua «Bottega d’artista», nel Complesso ex Scuole Pie dal 10 al 12 dicembre, occasione nella quale i visitatori potranno vederlo all’opera mentre realizza un modellino in scala ridotta.