IL BRINDISINO MARCO GIURI IN NAZIONALE

 

Non è una novità assoluta (ha già indossato la maglie della Nazionale Under 20 nel biennio 2007-2008) ma è certo una bella notizia la Convocazione in Nazionale di Marco Giuri, cestista brindisino. E questa volta si tratta della Nazionale maggiore guidata da Coach Romeo Sacchetti.

Le qualità dell’atleta Giuri non sono in discussione e, oltretutto, viene da un inizio di stagione notevole con la maglia della New Basket Brindisi nella massima serie. E’ quindi un giusto riconoscimento da parte del nuovo allenatore dell’Italia, Sacchetti appunto, che ha il compito di portare l’Italia ai Mondiali in programma nel 2019 in Cina (prime gare del Girone di Qualificazione: Italia-Romania e Croazia-Italia).

Quello di Giuri rappresenterebbe il ritorno di un brindisino: fu Roberto Cordella il primo a vestire la maglia azzurra (ultima presenza nel 1993 come ha opportunamente ricordato Pompeo Barbiero sul suo Sito “Palla a spicchi”)

GIURI

GRINTA E TECNICA – Una bella immagine di Marco Giuri con la maglia della New Basket Brindisi

Giuri dovrà vincere la “concorrenza” dei pari ruolo Filloy, De Nicolao, Della Valle e Vitali. Fra i Convocati anche Andrea Zerini, già Capitano del Brindisi, Gigi Datome, che rifiuta clamorosamente la maglia azzurra con una decisione molto discutibile ed il giovanissimo – classe 98-  David Albright Okeke, ala in forza alla Fiat Torino. E proprio nel Capoluogo piemontese si disputerà Italia-Romania, esordio azzurro per Sacchetti (anche lui un ex Brindisi) il prossimo 24 Novembre.

cosimo de matteis

Annunci

I cattolici della Diocesi di Brindisi-Ostuni contrari alla presenza del teologo eterodosso Andrea Grillo

grillo

Si sono mobilitati attraverso i moderni mezzi di comunicazione (i social, whatsapp eccetera) perché proprio ritengono inopportuna ed intollerabile la presenza del liturgista savonese Andrea Grillo, teologo vicino all’eresia modernista e, di recente, protagonista di attacchi inauditi al Papa Emerito Benedetto XVI (clicca qui).

Le critiche velenose di Grillo sono state giustamente definite dal Cardinale Robert Sarah “volgari e diaboliche” (CLICCA QUI) .

La Pagina Facebook “Cronache Brindisine” ha persino creato un evento aperto a tutti coloro che, appunto, ritengono inopportuna la presenza di Andrea Grillo: egli terrà un Corso di due giornate presso il Monastero San Pietro in Ostuni riservato ad Operatori Pastorali, Catechisti, Diaconi, Accoliti, Ministri Straordinari dell’Eucaristia: molti di essi non conoscono le eterodosse posizioni di Grillo. E prenderanno per oro colato tutto quello che dirà. Comprese eventuali irrisioni alla Liturgia di sempre.

Il fondato timore dei promotori è che, in tempi di spaventosa confusione dottrinaria, la presenza di un relatore controverso come Andrea Grillo non rappresenti una cosa positiva per i credenti in Cristo e che, anzi, sia la ulteriore iniezione del “veleno” del Modernismo che sta devastando le nostre chiese.

grillo a br

Per aderire all’evento CLICCA QUI

 

BRINDISI – A Jaddico si approfondisce la spiritualità Carmelitana

JADDICO piazzale grandangolo

veduta panoramica del Santuario di Jaddico 

Oggi, Martedì 17 Ottobre 2017, presso il Santuario “Maria Madre della Chiesa” in Contrada Jaddico a Brindisi, riprendono gli incontri settimanali, tenuti dal Rettore padre Enzo Caiffa OCD.
Quest’anno i temi trattati saranno un ulteriore approfondimento della SPIRITUALITÀ DEL CARMELO.

JADDICO NUOVO SITO

L’appuntamento è per dopo la Santa Messa delle 18.30 (quindi attorno alle 19.20). L’incontro, previsto per ogni martedì,  è aperto a tutti.

Teatro Verdi di Brindisi – In scena la musica per cinema di Nino Rota

Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento (OLES)

«NINO ROTA: MUSICA PER IL CINEMA»

Domenica 15 ottobre 2017 ore 18.00

Nuovo Teatro Verdi – Brindisi

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Orchestra sinfonica OLES

Prosegue l’attività concertistica di OLES, Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento, con il concerto«Nino Rota: musica per il cinema», in programma domenica 15 ottobre, alle ore 18, nel Nuovo Teatro Verdi di Brindisi.

L’ingresso è gratuito previa prenotazione al numero 0831 562554, o di persona presso la biglietteria del teatro, tutti i giorni (fino a venerdì 13 ottobre) dalle ore 11.30 alle 13 e dalle ore 17 alle 19Apertura porte per lo spettacolo, ore 17.30.

teatro verdi brindisi

 

 

 

BRINDISI – Manca l’acqua da due giorni in Piazza Mantegna

piazza mantegnaManca l’acqua. Da due giorni. I cittadini sono esasperati: non tanto e non solo dalla mancanza in sé -che già  è un enorme disagio- quanto dalla assoluta mancanza di informazione: da parte dell’Ente preposto, dallo Iacp ed anche da parte di chi si autoproclama “capocondomino” (ma,  spesso, finisce coll’aumentare la confusione).

Può capitare un guasto (se di questo si tratta) ma si intervenga! E se ne dia comunque e sempre un avviso ai cittadini.

Può capitare di dover fare dei lavori (se di questo si tratta) ma allora si doveva darne adeguata comunicazione nei giorni precedenti.

Nel frattempo i cittadini di piazza Mantegna (quartiere Sant’Elia) sono da oltre due giorni senza acqua. Quanto durerà questa deficienza?

NOI CON SALVINI, LA POLITICA BRINDISINA ED I GIORNALISTI

Il Movimento “Noi con Salvini” ed ancor prima la Lega Nord non hanno mai goduto di buona stampa. E non solo al sud. Questo è un fatto. Indipendentemente dalle motivazioni. Ed è noto altresì che ovunque si reca il politico milanese –per comizi, incontri ecc. – le Forze dell’Ordine sono “in allarme”. Ed anche questo non è senza motivo.

umberto-bossi-e-matteo-salvini-3-580275

Tuttavia forse si sta esagerando. Forse, non ne sono sicuro. Di certo so che in tempi non sospetti (quando il giovane Matteo Salvini era uno dei tanti) ho pubblicato quel video in cui, mezzo ubriaco, e stimolato da altri lumbard, intona un coro da stadio contro i meridionali. Ed ancora oggi sono scandalizzato da quel video che rivela molte cose (di Salvini, della Lega e dell’Italia). Il fatto che fosse (mezzo) ubriaco è una aggravante –e non una attenuante- e non ci risulta che, ad oggi, Matteo Salvini abbia fatto un “mea culpa”. Il video è lì, su YouTube. Ed anzi, a scanso di equivoci, lo ripubblico.

Di più: come cattolico un elemento per me importantissimo per valutare un politico è la sua moralità. Vale per Salvini, per Berlusconi, per Antonino, per Giorgia Meloni, per Vendola: per tutti. Ed è parimenti noto che il leader della Lega Nord ha una situazione coniugale irregolare. Anzi, più esplicitamente e crudamente: vive in adulterio. Punto.

Detto questo rimane indubbiamente un fatto molto negativo (e per certi versi allarmante) che Salvini non sia libero di andare ad incontrare cittadini e simpatizzanti. O meglio: teoricamente lo è ma, nei fatti, ogni spostamento pubblico comporta problemi per l’ordine pubblico.

salvini-padania-is-not-italy-con-guido-podesta-654990

Persino nella sonnecchiosa Brindisi, città con un passato –molto remoto-  radioso ma con un presente orribile, in un orario proibitivo (le 9 di mattina e di Domenica!) il leader della Lega Nord ha trovato dei contestatori ed è stato comunque necessario la presenza della Digos e di numerosi uomini delle Forze dell’Ordine.

Riepilogando: non sarà simpatico, era (è?) razzista e fortemente antimeridionale. Può avere idee politiche non condivisibili (parentesi: io non ho mai capito quali siano le “idee politiche” di Matteo Salvini e sarebbe interessante vedere se a fornire un prontuario fossero i tanti simpatizzanti che, qua e la per la Bassitalia –inclusa la citata Brindisi- aderiscono convintamente al suo partito e certamente molti di loro saranno Candidati della Lega/Noi con Salvini. Chiusa la parentesi) ma credo che sia oggetto di una sistematica demonizzazione. Che è una prerogativa degli integralisti comunisti, una loro “specialità”, diciamo così.

Questo Sito (che non è una Testata Giornalistica, così come chi scrive non è un Pubblicista) riceve i Comunicati di quel partito. E, quasi sempre, li pubblica. E così verrà fatto finché giungeranno. Se non giungeranno più, pazienza.